Politica Forense

Ultimo aggiornamento .

LISTA INSIEME, IL PROGRAMMA PER IL CONGRESSO

PROGRAMMA DELLA LISTA INSIEME

PER IL CONGRESSO NAZIONALE DI GENOVA 2010


Premesso che il Congresso Nazionale Forense (convocato dal CNF) è un’assise dove l’Avvocatura italiana si confronta, dibatte i temi che interessano la categoria, elegge i rappresentanti dell’OUA, e non è certo la sede dove si varano normative (la puntualizzazione è ovviamente superflua, ma non per tutti, se è vero che qualche candidato alla delegazione ritiene di far credere altro ai propri colleghi….), le intenzioni programmatiche della lista INSIEME, che aspira a rappresentare l’Ordine di Roma al Congresso che si terrà a Genova – sono le seguenti.


  1. 1)Riportare l’Ordine di Roma – assente da vari anni dai tavoli decisionali della politica forense nazionale – sulla scena dell’Avvocatura italiana;

  2. 2)Battersi perché, dopo 77 anni di attesa, il Parlamento vari in modo definitivo una riforma dell’ordinamento forense che non penalizzi alcuno ma che al contempo salvaguardi la categoria su alcuni capisaldi irrinunciabili (accesso disciplinato, reintroduzione delle tariffe minime, controllo sull’effettività dell’esercizio della professione, specializzazioni, riforma degli Ordini e del CNF, ecc);

  3. 3)Chiedere con forza miglioramenti alla normativa sulla media-conciliazione senza assumere atteggiamenti di pregiudizio verso gli istituti deflattivi;

  4. 4)Pretendere che al settore della Giustizia siano assegnate risorse economiche in misura proporzionalmente pari a quella prevista negli altri Paesi industrializzati d’Europa;

  5. 5)Istituire un tavolo di confronto, serio e paritetico, con le altre categorie professionali, in modo da evitare che alcuna di queste (vedi quella notarile) possa pensare di sottrarre competenze all’Avvocatura per avocarle a sé;

  6. 6)Reclamare la riforma dell’Università, e segnatamente dell’ordinamento didattico delle facoltà giuridiche, in modo tale da garantire un percorso specialistico finalizzato alla preparazione in discipline esclusivamente forensi, per garantire adeguato futuro alle giovani generazioni;

  7. 7)Battersi affinchè, in sede regolamentare, la formazione professionale sia diversificata da foro a foro, in relazione al numero degli iscritti;

  8. 8)Insistere perché le elezioni per il rinnovo dei Consigli dell’Ordine possano avvenire attraverso l’espressione del voto in modo telematico, da studio;

  9. 9)Studiare un sistema di garanzia per la tutela delle donne-avvocato in termini di pari opportunità;

  10. 10) Obbligare il Cnf a rispettare l’impegno di procedere all’aggiornamento biennale delle tariffe forensi.


Commenti

Nessun commento.

Registrati per poter commentare.

© 2013 Movimento Forense - Sito sviluppato da Filippo Iovine