Volley

Ultimo aggiornamento .

MF VOLLEY MISTO VINCE!

Magica

Forza

Volteggiatrice  che

Ostinatamente ci porta a

Lavorare insieme ed insieme a

Librarci in aria levando un grido gioioso di

Elegante e coinvolgente VITTORIA, da festeggiare con

You and You and You……

Finalmente mercoledì scorso, dopo una serie sfortunata di eventi, il MF Volley misto ha conquistato un’importantissima vittoria contro una delle squadre più forti del torneo! L’unione della squadra, lo spirito combattivo ed il decisivo apporto di un CT di indiscusso livello hanno fatto emergere le doti di ognuno dei componenti, confermando “l’anima” divertente trasmessaci dal MF sportivo e che ci spinge, da avvocati-sportivi, a cimentarci in queste competizioni.

E così un’entusiasmante chat-cronaca della partita ha coinvolto tutti, anche chi non era sul campo, a tifare fino alla fine per le fantastiche ricezioni del gatto Max Gatti che si buttava, incurante di pali e scrivanie, su tutti i palloni, per le schiacciate di Andrea Cacciotti che, da ogni parte del campo, lasciavano i buchi sul linoleum, i muri di Andrea Di Blasio, la solita grinta e servizi potenti di Annalisa, la reattivita' di Alberto e  una fantastica Michela, indimenticabile con le sue DODICI BATTUTE-PUNTO e perché no anche per rafforzare il tifo della panchina impegnata a “rincuorare” la gola con impareggiabili liquirizie!

Ripercorrendo la serata possiamo anche dire che un momento di decisivo incoraggiamento c’è stato già ad inizio gara quando il mister ha sentenziato “Giochiamo senza libero…dovranno ricevere i centrali…”. Da lì in poi… è storia

E’ sufficiente vedere queste bellissime foto per comprendere che si è trattato di, come è stato scritto mercoledì nella nostra chat, subito dopo la partita: “una bella partita, una vittoria importante, una squadra unita, tante risate e, per finire, un’ottima cena…. Stasera torno proprio a casa felice” !

Forza MF VOLLEY! SURSUM CORDA! 


Commenti

Nessun commento.

Registrati per poter commentare.

© 2013 Movimento Forense - Sito sviluppato da Filippo Iovine