Politica Forense

Ultimo aggiornamento .

Roma, 28.08.2015 - Negli ultimi 30 gg, mentre MF informava gli avvocati di tutta Italia (sito, email e social) circa le iniziative, i poltronissimi della "compagnia di giro" in vacanza - strumentalizzando qualche avvocato in buona fede - hanno messo MF al centro della politica forense nazionale (attacchi ed insulti a radiotribunale, mai una parola di sostegno alla lotta contro la copia di cortesia, disprezzo per la Polisportiva e le iniziative culturali e sociali).  

 

Attacchi sui social a livello nazionale e repliche territoriali via email (Roma in particolare). 

 

Coloro i quali si definiscono avversari di MF (5 scarsi in tutto) si sono coalizzati nell'obiettivo di attaccare non accorgendosi che, individuando quale comune nemico il Movimento Forense, hanno dato a questo enorme importanza, visibilità e forza. 

 

Errore tipico di chi é tracotante e presuntuoso.

 

Il risultato è stato che il sito del Movimento Forense ha avuto migliaia di contatti quotidiani in pieno agosto con decine di richieste di iscrizioni all'associazione. 

 

Ciò fa molto piacere ed anche gli attacchi personali che hanno subito alcuni di noi non fanno altro che cementare il nostro gruppo e far raccogliere consenso al Movimento. 

 

Ormai il Movimento Forense é una delle poche realtà organizzate che può incidere a livello nazionale ed esprimere oggi la classe dirigente dell'avvocatura e non solo. 

 

Vorrei ringraziare tutte le amiche e gli amici del Movimento Forense, bravi a costruire e soprattutto a non scendere al livello dei beceri provocatori. 

 

La politica forense non è una guerra personale, noi viviamo della nostra professione, dell'affetto della famiglia e dei tanti amici, la politica forense é una cosa seria, impegnativa ed assorbente ma non deve intossicare come sta accadendo agli "uomini soli" evidentemente in difficoltà a causa della perdita di consenso.

 

Occorre comunicare le iniziative, fare proposte, dialogare con autorevolezza con la politica, lavorare per il bene comune e lasciare agli altri le parolacce, gli insulti, il livore ed i personalismi. 

 

Il Movimento Forense vuole rappresentare il bene e non il lato oscuro dell'avvocatura.

 

Chi vuole far parte della prima comunità degli avvocati e collaborare territorialmente scriva a massimilianocesali@movimentoforense.it.

 

UNITI SI VINCE !

SURSUM CORDA.

Massimiliano Cesali


Commenti

Nessun commento.

Registrati per poter commentare.

© 2013 Movimento Forense - Sito sviluppato da Filippo Iovine