Politica Forense

Ultimo aggiornamento .

UN DISEGNO DI LEGGE A FAVORE DEGLI AVVOCATI: "PIGNORAMENTO IN PROPRIO" E ACCESSO ALLE BANCHE DATI  EX ART. 492 BIS C.P.C. DA PARTE DEGLI ORDINI FORENSI.

Roma, 05.01.2016  - Il Movimento Forense e l'Associazione Nazionale Avvocati Italiani sostengono le due iniziative parlamentari volte ad introdurre due nuovi istituti nel nostro ordinamento,  "il Pignoramento in proprio" ed "l'Accesso alle banche dati da parte degli ordini forensi".

L'introduzione di questi due nuovi istituti é finalizzata da un lato ad ampliare le attribuzioni degli avvocati nel processo di esecuzione civile, CON MASSIMA GARANZIA DI COMPETENZA E TUTELA DEI DIRITTI DEGLI INTERESSATI, e dall’altro a rendere più agevole e snella (e meno dispendiosa) l’esecuzione dei pignoramenti, da sempre disagevole.

Si invitano i Colleghi a condividere - UNITI - queste iniziative e tutte quelle finalizzate a migliorare la nostra professione.

(Associazione Nazionale Avvocati Italiani)                                                                                                       (Movimento Forense)

È opportuno porre all’attenzione di tutti i Colleghi che, al fine della conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 27.6.2015 n. 83 (misure urgenti in materia fallimentare, civile e processuale civile e di organizzazione e funzionamento dell’amministrazione giudiziaria), erano stati presentati due emendamenti (e precisamente A.C. 3201 n. 14.1, 14.2, 14.3, 14.4) cheprevedevano i due seguenti istituti:

 1)    c.d. «pignoramento in proprio» (clicca qui): estensione delle facoltà di cui alla Legge 21.1.1994 n. 53 (c.d. legge sulle “notifiche in proprio”) anche ai pignoramenti che si eseguono mediante notificazione di un atto (es. pignoramento presso terzi, pignoramento immobiliare, nuovo pignoramento automobilistico, pignoramento di navi ed aeromobili, di quote sociali, di titoli di proprietà industriale);

 2)     estensione agli Ordini circondariali forensi della facoltà di accesso alle banche dati ex art. 492 bis c.p.c. (clicca qui)

 Tali emendamenti non sono stati accolti, non essendovi stato nemmeno il tempo di coinvolgere le rappresentanze istituzionali ed associative dell’Avvocatura.

 Ciò non toglie tuttavia che l’iniziativa debba essere coltivata e reiterata, rappresentando certamente innovazioni di grande utilità per l’Avvocatura.

 

Avv. Cesare Buongiovanni


Commenti

Nessun commento.

Registrati per poter commentare.

© 2013 Movimento Forense - Sito sviluppato da Filippo Iovine