Ultimo aggiornamento .

NOTE SULLA NORMATIVA STATALE IN TEMA DI GESTIONE DELL'EMERGENZA

Già nell’ordinaria amministrazione sanitaria, a maggior ragione in tempo di emergenze sanitarie, occorre domandarsi se la revisione ovvero l’abrogazione della norma costituzionale che ha riconosciuto la potestà legislativa in campo sanitario alle Regioni, oppure una modifica delle fonti normative di rango primario sia necessario per attribuire un ruolo centrale di impulso, razionalizzazione e supervisione in subiecta materia alle amministrazioni statali.

Senza addentrarci nel tema circa le modifiche al Titolo V, parte seconda, della Costituzione in seguito alla revisione costituzionale della norma, sul punto mi limito a valutare, nel andirivieni di norme, a volte contraddittorie, dichiaratamente più o meno restrittive, che mettono in seria crisi anche gli addetti ai lavori, quale sia la potestà legislativa dello Stato rispetto a quella delle Regioni in materia del diritto alla salute e, specificatamente, in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 ovvero se, a Costituzione invariata, si debbano restituire allo Stato una serie di competenze proprie rispetto a quelle regionali.

Il Movimento Forense ha voluto approfondire la questione e ha prodotto il documento di seguito allegato.

Movimento Forense - Gruppo di lavoro sull’emergenza Covid-19

A cura di

Avv. Giovanni Pasceri

Avv. Romano Cerquetti

PER LEGGERE IL DOCUMENTO INTEGRALE CLICCA QUI


Commenti

Nessun commento.

Registrati per poter commentare.

© 2013 Movimento Forense - Sito sviluppato da Filippo Iovine