Ultimo aggiornamento .

INCREDIBILE, ABBIAMO LE LINEE GUIDA PER GLI OMBRELLONI E NON PER LA GIUSTIZIA: BONAFEDE SVEGLIA !

Per primo fu il Movimento Forense a richiedere l'adozione di linee guida per la Giustizia condivise ma soprattutto omogenee ed applicate in tutto il territorio italiano. 

Poi è intervenuto l'OCF, rappresentanza politica dell'avvocatura, a proclamare lo stato di agitazione per denunciare i circa 200 provvedimenti territoriali della Magistratura per la gestione della Giustizia all'epoca del Coronavirus.

La stessa Magistratura adesso, attraverso il CSM, si rende conto del "mostro" creato e fa retromarcia assumendosi l'onere di rendere uniformi le linee guida cosi parcellizzate.

Ed ora anche i Sindacati rappresentativi del personale amministrativo del comparto giustizia chiedono chiarimenti in merito alle modalità di svolgimento del lavoro.

La Giustizia dopo essere stata marginalizzata dal Governo Conte nel periodo di chiusura totale, oggi nella fase di riapertura è in confusione e non ha linee guida per regolare il funzionamento uniforme in tutti i Fori creando così un "feudalesimo giudiziario".

Insomma, nei prossimi mesi sapremo in tutte le spiagge d'italia l'esatta distanza degli ombrelloni ma il Ministro della Giustizia non ha pensato a far svolgere le udienze nello stesso modo ed in sicurezza dalla Valle d'Aosta alla Sicilia.

Dopo la Prescrizione, il Ministro Bonafede dimostra per l'ennesima volta la propria inadeguatezza.

#MaleMale. 

Massimiliano Cesali 

Presidente nazionale del Movimento Forense 

🔵Clicca il link per i comunicati OCF, CSM e SINDACATI


Commenti

Nessun commento.

Registrati per poter commentare.

© 2013 Movimento Forense - Sito sviluppato da Filippo Iovine