Ultimo aggiornamento .

MISURE EMERGENZIALI IN TEMA DI GIUSTIZIA. LE PROPOSTE DEL MOVIMENTO FORENSE

Il #MovimentoForense chiede al Ministro di Giustizia che vengano adottati i seguenti provvedimenti.

1. Protocollo unico in tutta Italia per la gestione dell'emergenza giudiziaria, revocando la Delega ai singoli Presidenti degli Uffici Giudiziari.

2. Implementazione della trattazione "in presenza" delle cause, previa adozione di tutti i sistemi di prevenzione dal contagio del Covid19.

3. Trattazione da remoto - con uniformita' delle regole di gestione - laddove non vengano compromessi i diritti, tranne che per le udienze penali.

4. Nei casi residuali di trattazione delle udienze in forma scritta, individuare criteri uniformi su tutto il territorio nazionale tali da garantire il contraddittorio tra le parti, prevedendo la concessione di due termini per ciascuna parte.

5. Implementazione dei servizi telematici per il penale in modo da limitare la presenza in Tribunale solo per le udienze ed alcuni incombenti.

6. Previsione di depositi a mezzo PEC per il Giudice di Pace.

7. Il lavoro agile da parte degli operatori degli uffici giudiziari potra' essere disposto solo se e' garantito il collegamento da remoto ai database del Ministero della Giustizia

8. Riconoscimento del legittimo impedimento per la partecipazione all'udienza agli avvocati in quarentana.

9. Sospensione dei termini processuali dei procedimenti in cui uno dei difensori sia ricoverato in ospedale a seguito di contagio di Covid19. La comunicazione del legittimo impedimento potra' essere inoltrata a mezzo PEC da una delle parti processuali e corredata da certificazione

10. Facolta' da parte degli avvocati che hanno i figli a casa impegnati con la Didattica a Distanza, di chiedere la trattazione dell'udienza in modalità da remoto.


Commenti

Nessun commento.

Registrati per poter commentare.

© 2013 Movimento Forense - Sito sviluppato da Filippo Iovine